lunedì 30 gennaio 2017

RECENSIONE ~ La voce nascosta delle Pietre di Chiara Parenti

Buongioro readers ♥
Buon lunedì e buon inizio settimana a tutti! Oggi, se ricordate, avrei dovuto postare il post - scusate il gioco di parole xD - con le uscite settimanali, ma siccome siamo ormai a fine mese, ho pensato di posticiparlo a giorno 1 Febbraio.

Oggi invece voglio parlarvi di un meraviglioso libro che ho avuto il piacere di leggere giusto la settimana scorsa. Di solito non appena finisco un libro mi tuffo sulla recensione, così a caldo. Con questo invece è stato diverso; si tratta di un libro così profondo e emozionante che ho avuto bisogno di un po' di tempo per metabolizzarlo. Un libro che mi ha lasciato letteralmente senza fiato.
Sto parlando de La voce nascosta delle pietre, di Chiara Parenti.





La voce nascosta delle pietre
Chiara Parenti

Votazione

OTTIMO

Genere, New Adult • Editore, Garzanti • Collana Narratori Moderni •  Pagine, 383 • Prezzo, 16,90€ (cartaceo) - 9,99€ (ebook)

In Libreria dal 12/01/2017

L’agata mi dà coraggio. 
L’acquamarina mi regala felicità. 
Ho imparato ad ascoltare le pietre. 
Solo loro conoscono il mio destino. 

Luna era una bambina quando il nonno le ha insegnato che l'agata infonde coraggio, l'acquamarina dona gioia e la giada comunica pace e saggezza. Ma ora che ha quasi trent'anni, lei non crede più che le pietre possano aiutare le persone. Non riesce più a sentire la loro voce. Sono solo sassolini colorati che vende nel negozio di famiglia. Perché il suo cuore porta ancora i segni della delusione: molti anni prima si è fidata di Leonardo, che attraverso le pietre le parlava di sentimenti, ma una notte lui l'ha abbandonata senza una spiegazione, senza una parola. E da allora il mondo di Luna è crollato. Fino ad adesso. Fino al ritorno di Leonardo nella sua vita. È lì per darle tutte le risposte che non le ha mai dato. Risposte che Luna non vuole più ascoltare. Ma suo nonno è accanto a lei per ricordarle come trovare conforto: le pietre conoscono la strada, basta avere il coraggio di seguirle. 






Solitamente leggo un po' la sera, dalle cinquanta alle cento pagine, in base alla stanchezza: durante il giorno ho molte altre cose da fare, per cui non posso dedicarmi molto alla lettura. Per questo quando un libro mi tiene incollata alle sue pagine dalle undici del mattino alle due di notte, posandolo solamente per bere o per i pasti, con la fretta di finirlo perché sì, devo sbrigarmi, devo sapere... beh, è in questi casi che quel libro è speciale. Quella storia è così avvincente ed emozionante e meravigliosa che no, non posso aspettare.
Questo è ciò che mi è successo con La voce nascosta delle pietre. L'avevo iniziato una sera, mentre aspettavo che un mio amico mi venisse a prendere per uscire e mi è piaciuto così tanto che l'indomani ho messo da parte tutte le cose che avevo da fare e l'ho letto tutto d'un fiato.

Questo libro è pura magia.

Le pietre sono il vero protagonista del romanzo, un piccolo filo indelebile che collega passato e presente in un susseguirsi di emozioni uniche.
Luna e Leo si conoscono quando erano ancora bambini. Lei, una bambina sognatrice, che grazie al nonno Pietro fin da piccola ha imparato ad amare le pietre e i cristalli. Con tanto amore, Pietro insegna a Luna il significato di ogni singola pietra, la loro storia, le leggende che si nascondono dietro i loro significati "psichici".

«Insieme a queste fedeli compagne ero sicura che avrei saputo superare ogni ostacolo perché, mio nonno lo diceva sempre, le pietre guidano verso la felicità.»

Quando Luna vede un bambino - Leo - nascosto su un albero indifeso e in lacrime, spinta dal nonno va da lui a consolarlo. Gli regala un'agata muschiata per infondergli coraggio e da quel giorno lei e il bambino scoiattolo diventano inseparabili.
Da quel giorno Luna e Leo imparano a conoscersi, instaurando un legame che va oltre l'amicizia, oltre l'amore. È un legame particolare, perché loro riescono a capirsi al volo, riescono a leggersi l'anima con un solo sguardo. Loro sono diamanti. 
Circondato dall'affetto della famiglia di Luna, Leo, un ragazzino fragile con una situazione famigliare molto difficile alle spalle, ritrova la famiglia che non ha mai avuto, trova amicizia, affetto, calore. E Nonno Pietro diventa la figura paterna che non ha mai avuto.
Leo cresce con Luna, insieme vanno all'avventura, l'aiuta a superare ogni momento di difficoltà e la protegge quando i loro compagni di scuola la scherniscono.
Col passare del tempo la loro relazione d'amicizia si trasforma in amore, o meglio: semplicemente ogni pezzo viene messo al giusto posto e Luna e Leo si innamorano, com'era destinato ad accadere.

«Un giorno dovrete staccarvi dalla roccia madre e ritagliarvi lo spazio che vi occorre. Perché voi due siete dei diamanti. E ricordati, Luna: solo un diamante più rompere un altro diamante.» 

Ma una notte, a seguito di una grandissima delusione il cuore di Luna viene spezzato e la bambina sognatrice, avventuriera che amava le pietre e riusciva a sentirne l'energia sprigionarsi da ogni singolo poro, muore insieme alla sua relazione con Leo che, senza dire una parola, esce dalla sua vita, lasciando il suo cuore in frantumi.
La bambina che amava la vita e sognava di diventare una cacciatrice di pietre cede spazio ad una ragazza scettica, che non crede più nel potere delle pietre, ma vede in loro semplici sassi colorati che illudono la gente. Non importano i segni che il destino le manda, lei non crede più in niente e inizia a vivere quasi come un automa, lavorando nel negozio di pietre del nonno, senza sentire più quella voglia di sognare che la spingeva all'avventura quando era bambina.

«Mi sembri un piccolo diamante nascosto nella kimberlite, avvolto nella sua roccia madre. Il negozio, il tuo ragazzo, una vita tranquilla senza scossoni: sei al sicuro, certo. Ma non potrai mai brillare incastrata nella roccia»

Circondata dall'affetto della famiglia e dall'amore di Giulio, suo fidanzato e promesso sposo, Luna passa le giornate nascosta dietro la barriera che ha costruito sul suo cuore cercando di allontanare il passato che ancora la ferisce.
Ma il destino, si sa, il destino gioca brutti scherzi, o forse lotta con tutte le sue forze per poter mettere i tasselli al loro posto ancora una volta, chi lo sa.
Ed è per questo che quando Luna sembra aver ritrovato il giusto equilibrio, Leo torna come un bomba ad orologeria dentro la sua vita, pronto a sconvolgerla per sempre.
Leo, che ha infranto il cuore di Luna, ma che probabilmente è la prima vittima di tutta la storia. Si è ritrovato a compiere una scelta, tredici anni prima, che ha cambiato drasticamente la sua vita e che l'ha portato a tradire la persona che più amava al mondo. La sua pietra gemella.

Questo libro è un libro molto profondo. È un romanzo che parla di scelte, di crescita interiore. Racconta del coraggio che serve per poter mettersi faccia a faccia col passato, affrontare tutto ciò che ci ha fatto soffrire che ci ha lacerato il cuore, cercando con ogni forza di venirne a capo e trovare di nuovo quella felicità che ci era stata rubata.
È questo che succede a Luna quando incontra di nuovo Leo, il suo amico di sempre, il suo primo amore, la sua pietra gemella.
Luna e Leo sono legati indissolubilmente da un filo sottilissimo e non importa quello che la vita li costringe ad affrontare, prima o poi si ritroveranno, sempre. Ma saranno così forti da poter affrontarne le conseguenze? Sarà Luna così forte da poter perdonare?

«Correte, cadete, rialzatevi, e non abbiate paura di sporcarvi. I tesori più grandi sono ben nascosti, i diamanti affondano nel fango, ma non dovrete mai smettere di cercare! Cercate, cercate e, se non trovate quello che davvero volete, continuate a cercare ancora. Non arrendetevi, non è solo uno il sentiero che porta alla felicità. Voi seguite una strada che sia solo la vostra, seguite le pietre, loro vi indicheranno la via. E se vi perderete, vi riporteranno a casa.»

Uno dei personaggi più belli, anzi, quello che ho amato più di ogni altro, è sicuramente Nonno Pietro, il Super Nonno, colui che ha introdotto Luna nel mondo delle pietre e l'ha cresciuta insegnandole ad ascoltare e riconoscere la loro energia.
Il personaggio di Pietro mi ha fatto versare fiumi di lacrime, soprattutto perché mi ha ricordato il mio nonnino. Non era certo un cacciatore di pietre, ma ci capivamo al volo anche noi due e ho ritrovato un po' del nostro rapporto in quello di Luna e Pietro.
Pietro è un uomo testardo, altruista, dalla conoscenza infinita, che ha passato la sua vita girando il mondo alla ricerca delle pietre. Ha vissuto la sua vita appieno, godendosene ogni singolo minuto e vivendo mille avventure. È un uomo che ho preso come a modello, un uomo che vorrei mi insegnasse come vivere la vita, viaggiando, crescendo interiormente, per poi tornare sempre dove vive il mio cuore: nella mia casa.
Pietro è un personaggio importantissimo all'interno del romanzo. Direi quasi che non esiste il destino nella storia di Luna, o meglio: Nonno Pietro è il suo destino. Egli conosce sua nipote meglio di quanto lei non conosca se stessa ed è per questo che sa cos'è meglio per lei. Per questo farà di tutto affinché lei stessa possa capirlo e intreccia i fili della vita per poterle infondere la forza e il coraggio di rinascere. Per poter riaccendere il lei quella fiamma viva che da tredici lunghi anni Luna ha spento con la freddezza nel suo cuore.
Il legame tra Nonno Pietro e Luna è qualcosa di magico, mi ha emozionato tantissimo. È uno di quei legami in cui basta un semplice sguardo per capirsi al volo. Pietro non ha bisogno di parlare con Luna, affinché lei capisca cosa sta pensando e viceversa. Vivono l'uno per l'altra e insieme ci offrono momenti emozionanti nel corso del romanzo e molti spunti di riflessione.

«Lui è così, semplice e onesto. È un dono del cielo. È come una pietra liscia e levigata dal tempo. Non ha angoli affilati o spigoli appuntiti, è tornito, rotondo, piacevole al tatto. Delicato. Lui non è un diamante.»

Uno dei personaggi che mi è piaciuto di meno è stato Giulio. O meglio: come personaggio l'ho adorato, perché ha offerto il suo cuore a Luna, l'ha amata con tutto se stesso e le ha dato la forza di ricominciare quando il mondo le era crollato addosso, quando aveva perso fiducia in se stessa e in tutto ciò che la circondava. Non mi è piaciuto però l'atteggiamento di Luna nei suoi confronti: nel corso del romanzo non fa altro che ripetere quanto possa amarlo, ma in realtà mi è sembrato solo come un cuscinetto. Mi spiego meglio: secondo me Luna, crede di amare Giulio, ma in realtà di lui ama solo la sua presenza. Sa che lui c'è, non importa cosa accada, lui ci sarà sempre per lei e lei approfitta di questo, approfitta del suo amore, sfruttandolo a suo piacimento. Quando le cose vanno male, si getta tra le sue braccia, quando le cose iniziano a prendere il giusto colore, ecco che magicamente si dimentica di lui o, comunque, viene messo in secondo piano.
Il loro rapporto avrebbe meritato molto di più, tredici anni di relazione sono tanti eppure a Giulio viene dato pochissimo spazio nel corso del romanzo. Non mi è proprio piaciuto come è stato gestito questo personaggio.

Ma a parte quest'unica pecca, il romanzo è eccellente. Ti entra dritto nel cuore e ti fa appassionare alla storia sofferta di Luna, a tutti i personaggi presenti nel libro, dai principali a quelli più secondari. Il tutto condito dalla magia delle pietre, ognuna descritta nei minimi dettagli, ognuna utilizzata nel momento giusto, secondo il suo significato.
Questo libro è magia pura. Solitamente non amo rileggere i libri, ma questo è uno dei pochissimi libri che rileggerò più volte, perché la storia è così bella che ti entra sotto pelle e ti fa desiderare di averne una dose quotidiana infinita a tua disposizione.
Insomma ragazze, leggete questo libro. Fatelo perché è impossibile non innamorarsi della storia di Luna, del suo Super Nonno, di Leo. Fatelo perché entrerete in un mondo che non solo vi farà emozionare tantissimo, ma vi insegnerà tanto: vi aprirà al mondo delle pietre e della gemmologia e vi insegnerà che nella vita ci vuole coraggio. Ci vuole coraggio nel prendere le decisioni, anche quando esse sembrano insormontabili, bisogna prenderle e bisogna stare attenti a prendere la scelta giusta, perché spesso, anche le più banali, possono cambiare radicalmente la nostra vita.

Un libro a cinque stelle anche se onestamente, cinque sono troppo poche.



Per oggi è tutto ragazze, spero che la recensione vi sia piaciuta. Fatemi sapere cosa ne pensate qui nei commenti, sarò felice di rispondervi!

Un bacio,





5 commenti:

  1. Una bellissima recensione, Alba, complimenti! *.*

    RispondiElimina
  2. Magnifica recensione, Alba. Avevo delle riserve (un pò ancora le ho sopratutto per la storia con Giulio) ma sono troppo, troppo curiosa di sapere com'è la storia. Poi ho sempre sentito parlare bene di Chiara Parenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, leggilo, non te ne pentirai! Alla fine Giulio è un bel personaggio, come ho detto anche nella recensione a me non è piaciuto l'atteggiamento di Luna nei suoi confronti, però lui in sé è un bel personaggio! Anzi... ce ne fossero di uomini come lui! ;)

      Grazie mille per il commento,
      un bacione,
      Alba ♥

      Elimina
  3. Thank you very much for your review of this book, I was happy, I bought it right away, I'm trusted, I'm a fan of the united kingdom. I buy it on amazon at least here too. I thank you again and wish you the best.

    RispondiElimina

Ora che hai letto lascia la tua opinione, per me è importante :)